dai ragazzi e animatori del Servizio alla Liturgia (Mo.Chi)

WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.28WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.29WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.29 2
E’ già passata Pasqua? No, non è ancora tramontata, la Chiesa vive la Pasqua di Gesù per cinquanta giorni, sino alla Pentecoste, che cadrà a fine Maggio, guarda caso, si spera quando si potrà lentamente tornare alla normalità.Cosa ci ha insegnato questa Pasqua, dove troviamo il volto di Gesù Risorto, in mezzo a tanta questa sofferenza?

Lo vediamo nei medici, nei volontari, nei testimoni, in coloro che si impegnano, tra forze dell’ordine e personale vario, al benessere comune e risolvere questa crisi. Ma nel nostro piccolo, lo possiamo trovare nella concretezza di una vicinanza, in un pensiero d’amore: aiutando un amico, partecipando alle attività che animatori ed educatori propongono, nel vivere la comunità, svolgendo il proprio impegno a scuola al meglio, al lavoro, in famiglia. Donando il nostro tempo per rendere felici altre persone, che si dedicano a noi senza risparmiarsi.

WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.28 1WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.30 2WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.30 4

WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.29 1WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.30 1
WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.30 3WhatsApp Image 2020 04 17 at 11.20.30
In questa semplicità noi troviamo Gesù Risorto, possiamo anche noi allora togliere le pietre che sigillano l’accesso al nostro cuore, prendersi cura del nostro prossimo. Il servizio è un grande dono che ci è stato fatto e in questo tempo pasquale, di rinascita, di una nuova fioritura, stiamo scoprendo di cosa si colora il nostro servire. Siamo chiamati, come dice il nostro parroco e come più volte ripete l’Arcivescovo, ad essere figli della luce.Sorge una sola domanda, alla quale i ragazzi mi hanno dato risposta: come si diventa luce nel mondo, come possiamo essere figli della luce? Semplice: bisogna – come ripete il nostro parroco – lasciarsi contagiare dall’amore, quello di un Dio che è senza confini, come è il cuore e l’animo dell’uomo. Serviamo dunque con questo spirito pasquale.

AUGURI A OGNUNO DI VOI, ALLE VOSTRE FAMIGLIE E PERSONE CARE: CHE LA GIOIA DELLA PASQUA CONTINUI NEL CUORE DI TUTTI!

0
0
0
s2sdefault


dei ragazzi e animatori del Servizio alla Liturgia (Mo.Chi)

SABATO SANTO : nella Deposizione del Signore

Alla fine è sceso il buio, un silenzio agghiacciante circonda i volti addolorati dei discepoli. Le donne, rivivono negli occhi, ancora una volta le immagini strazianti di quella condanna. Alla fine è sceso il buio, un silenzio agghiacciante circonda i volti addolorati dei discepoli. Le donne, rivivono negli occhi, ancora una volta le immagini strazianti di quella condanna.

WhatsApp Image 2020 04 11 at 12.34.55WhatsApp Image 2020 04 11 at 12.34.56 3WhatsApp Image 2020 04 11 at 12.34.57 1

Eppure nell’oblio che accompagna questo giorno d’attesa, una voce si alza forte tra l’assemblea di genti che hanno osservato il crudo spettacolo, una voce forte e potente, che chiede al governatore romano, un atto di clemenza, un saluto, come lo si deve a un amico, una cerimonia per ricordarlo. In questi giorni di pandemia, molti non hanno potuto dare un saluto ai cari,  deposti anche loro, come Gesù, nel sepolcro.Eppure nell’oblio che accompagna questo giorno d’attesa, una voce si alza forte tra l’assemblea di genti che hanno osservato il crudo spettacolo, una voce forte e potente, che chiede al governatore romano, un atto di clemenza, un saluto, come lo si deve a un amico, una cerimonia per ricordarlo.

0
0
0
s2sdefault


dai ragazzi e dagli animatori del Servizio alla Liturgia (Gruppo Chierichetti Mo.Chi.)

WhatsApp Image 2020 04 05 at 12.02.02WhatsApp Image 2020 04 05 at 12.02.03WhatsApp Image 2020 04 05 at 12.02.06 1

Domenica delle Palme nella Passione del Signore

Sentendo la solenne celebrazione di questa domenica, che ci introduce alla Pasqua del Signore, abbiamo cantato un salmo che particolarmente racchiude il momento odierno che viviamo: sono qui a lodarti.

E’ difficile andare incontro a Gesù in questi giorni faticosi, è difficile riconoscerlo nelle avversità che ci travolgono, eppure Gesù c’è ed è sempre con noi

0
0
0
s2sdefault


ANCHE NOI DELLA SAN GIUSEPPE ALLA VIA CRUCIS DELL’ARCIVESCOVO:

“Il nostro gesto in più” – Quaresima 2019

Sicuramente non è semplice riassumere brevemente l’emozione e i pensieri che la Via Crucis di venerdì 22 marzo a Cusano Milano con il nostro arcivescovo Delpini ha suscitato in noi giovani

chierichetti

Portiamo nel cuore la richiesta che l’arcivescovo, nella sua omelia,  ha rivolto a tutti i presenti: “Un gesto in più”. Come gruppo chierichetti e giovani della nostra comunità, ci siamo interrogati sul senso di questa profonda domanda e siamo giunti alla conclusione, che il “gesto in più” deve essere il servizio rivolto agli altri, la carità e l’amore che ci distingue, che ci identifica nel Signore Gesù. I gesti – dall’aiutare in casa, allo svolgere il nostro dovere, alll’essere sempre rispettosi – si sommino dunque a quella fatica in più per andare incontro a Gesù.

E’ molto bello che in questo tempo di  Quaresima, che ci prepara alla Pasqua,  l'Arcivescovo abbia messo al centro l'impegno di ognuno di noi, perché tutti noi possiamo osare di più per il bene comune, basta a volte, semplicemente volerlo. Che costi fatica, è fuori discussione, ma Gesù con la sua croce, ci guida e ci sostiene.

Imparando da coloro che con fatica, impegno e dedizione,  si mettono al servizio degli altri, anche noi,  possiamo sempre più essere discepoli di Gesù. Il nostro gesto quaresimale è aiutarci tra di noi, l’augurio più bello, che possa simboleggiare realmente nei nostri cuori, la Pasqua del Signore, che tra breve celebreremo con gioia, perché in noi sia visibile il Signore risorto!

Andrea e il gruppo Chierichetti

0
0
0
s2sdefault


    mo.chi

Collaboratori e amici di Gesù

 Sono ragazzi come me, li vedo alla domenica alla Messa all'altare e vicino al sacerdote,  ma non so bene quale sia il loro compito.

 

  • CHI E' IL CHIERICHETTO O MINISTRANTE?
  • CHI PUO' ESSERE MINISTRANTE?
  • LA FIGURA DEL CHIERICHETTO
  • I VALORI DEL CHIERICHETTO

Se vuoi una risposta alle tue domande ... clicca qui per saperne di più

...E SE VOGLIO DIVENTARE ANCH'IO CHIERICHETTO?

Prendi contatto con don Alessio  o con i responsabili del nostro MO.CHI. parrocchiale (Andrea Ciaramella ed Elena Facchini)

 

 

0
0
0
s2sdefault


CAMMINO COMUNITARIO PARROCCHIALE 2019

audaci e creativi cammino 2019 20

LOGO SCUOLA

Vai all'inizio